2016-17 numero 1 

Liber vagans

Dal 17 novembre del 1941 ricorre l’International students’ day, ovvero la Giornata internazionale degli studenti, un’occasione di mobilitazione studentesca istituita al fine di commemorare i nove studenti e professori universitari cecoslovacchi giustiziati senza processo il 17 novembre 1939,

in seguito ad una manifestazione anti-nazista che portò alla chiusura delle università di tutto il Paese. Il 17 novembre 2016, in tutta Europa sono avvenute manifestazioni e iniziative per la rappresentazione di una giornata in cui le studentesse e gli studenti di tutto il mondo si sono mobilitate prendendo parola in una società che li mette ai margini delle decisioni, lontani dal poter esercitare il loro diritto allo studio, all’emancipazione, al potersi riappropriare, fin dal presente, del loro diritto a determinare il futuro.

La nostra scuola, in occasione di tale ricorrenza, quest’anno, su proposta dei Rappresentanti di Istituto, ha deciso di organizzare la giornata del “Liber vagans”, ovvero «libro vagante» , un’iniziativa, originale con la finalità di invogliare gli studenti alla lettura e mirata a valorizzare il diritto degli studenti alla libera espressione. Il progetto si è svolto secondo la filosofia del Bookcrossing (condivisione di libri) e del Blind book/ Blind date with a book (appuntamento al buio con un libro).

L’obiettivo dei rappresentanti d’istituto, che hanno cercato di coinvolgere un gran numero di studenti all’iniziativa, era ed è quello di avvicinare i ragazzi ad una visione della cultura sempre più ampia e interessante, dove un semplice scambio di lettura può arricchire il bagaglio culturale di ogni studente. L’obiettivo dei rappresentanti d’istituto, che hanno cercato di coinvolgere un gran numero di studenti all’iniziativa, era ed è quello di avvicinare i ragazzi ad una visione della cultura sempre più ampia e interessante, dove un semplice scambio di lettura può arricchire il bagaglio culturale di ogni studente.

Giovedì 17 Novembre ogni studente dell’istituto è stato incaricato di portare un libro, particolarmente emozionante e importante per lui, avvolto in una semplice carta monocromatica, su cui è stata riportata una citazione significativa tratta dal libro. Una volta riunitisi in cavea, i ragazzi, dopo aver letto al microfono il passo scelto, hanno presentato il libro partendo dalla sola citazione, scaturita dalla lettura e dagli interessi del lettore. In seguito, i ragazzi si sono scambiati i libri, secondo l’interesse e le emozioni che la lettura ha suscitato in loro, con gli studenti presenti, in turni o a scelta, creando così una sorta di “appuntamento” dove gli unici indizi che lo studente ha dato sono stati gli stessi che avevano stuzzicato, invogliato e convinto lo studente a cui si è offerto il proprio libro.

Gli studenti, oltre a confrontarsi con i coetanei sui diversi interessi riguardo alle letture, hanno avuto l’opportunità di conoscere, approfondire le loro conoscenze e ampliare i loro interessi, dialogando a partire da indizi e citazioni e creando così un rapporto tra l’attuale e il classico. La nuova e originale iniziativa ha riscontrato solo giudizi positivi sia da parte degli alunni che dei docenti.

Riportiamo di seguito il commento condiviso dei quattro rappresentanti d’istituto: Maddalena Alfano, Laura Castronovo, Mauro Padovano e Lorenzo Ventimiglia, riguardo alla giornata del «Liber Vagans». I quattro ragazzi rappresentano la voce della scuola, il pensiero e le menti di tutti noi studenti!

“Siamo riusciti sia a stimolare, attraverso il book crossing, i ragazzi al dialogo, al confronto e alla comprensione che l’altro è un elemento imprescindibile di cui non si può fare a meno, sia a destare la curiosità attraverso il blind booking. L’iniziativa ha trasformato una tradizionale giornata di scuola in una giornata dall’alto valore culturale. Il tutto è stato fatto per “festeggiare” noi studenti e ricordarci che il nostro compito principale è dare importanza alla cultura. Inoltre, da parte di noi rappresentanti è stato anche un modo per invitare tutti ad essere curiosi, attivi e intraprendenti, come spero si sia capito dai testi che abbiamo scelto di leggervi. Vi chiederete però come mai abbiamo deciso di incentrare il 17 novembre scorso, giornata nazionale dello studente, proprio sul libro. Un libro fatto di carta ed inchiostro, un libro usurato e che profuma di buono.

E, in un mondo che si è ormai avviato verso la digitalizzazione, abbiamo voluto riscoprire il vero valore del libro cartaceo, della lettura reale e concreta. Il libro che diventa veicolo di pensieri, emozioni, riflessioni, che vengono condivise con l’altro; l’idea di donare, tramite un mio libro, un’emozione ad un mio compagno di scuola, e sperare che lui faccia lo stesso con me, da tutte queste cose nasce l’iniziativa del #libervagans.

Iniziativa che credo abbia attecchito e coinvolto i ragazzi. Ricordo in particolare la classe 1BU che ha addirittura chiesto di poter partecipare ad entrambi i turni di scambio. Spero che tutti siano riusciti a cogliere il vero senso di questa iniziativa: la condivisione di valori, di idee, di sentimenti, di un libro. Noi rappresentanti vogliamo rilanciare l’iniziativa in altre sedi, sperando che una maggiore partecipazione riscontri lo stesso successo ottenuto, raggiungendo sempre maggiori risultati. A Maiora!»

Noemi Giordano.

Lascia qui un tuo commento!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: