2017-18 numero 1 

Una giornata a Selinunte

Il giorno 9 settembre 2017 gli alunni delle classi II AU, IIBU, IICU, IIF e IVC sono andati a Selinunte per un viaggio tra le rovine della Civiltà Greca. Questa gita è stata organizzata dalla Scuola affinché noi ragazzi possiamo conoscere meglio, da vicino, la civiltà greca, difatti Selinunte è stata una colonia greca.

Gli accompagnatori sono stati i seguenti docenti: Evelina Buttitta, Angela Costanza, Francesca D’Amore, Anna Di Quarto, Salvatore Fricano, Gabriella Paredes, e Toni Safina.

Per raggiungere Selinunte abbiamo preso due pullman. Durante il tragitto noi ragazzi abbiamo scherzato, giocato e ascoltato la musica. Abbiamo socializzato con le altre classi e ci siamo divertiti molto.



Appena arrivati a Selinunte ci hanno divisi in due gruppi e ciascuno aveva una guida. Le guide sono state bravissime a spiegare le bellezze dell’antica città di Selinunte, tutti noi ragazzi eravamo attenti e molto incuriositi da quello che  dicevano le guide a cui abbiamo rivolte delle domande.

Selinunte, costruita nel VII secolo a.C. da coloni greci di Megara Hyblea, deve probabilmente il suo nome ad sedano selvatico presente in abbondanza nella zona (sélinon). E’ situata su un piccolo altopiano così da facilitarne la difesa. Il periodo di maggiore splendore risale al VI secolo a.C., in cui Selinunte poté affermarsi come importante centro commerciale e militare della Sicilia.

Nel sito archeologico abbiamo visitato i tre templi E, F e G. Il tempio E, realizzato in stile dorico nel V secolo a.C., è l’edificio che meglio si presenta all’interno del Parco archeologico: dedicato a Hera (Giunone), venne ricostruito nel 1958 con le 38 colonne issate nuovamente ed oggi visibili in tutto il loro slancio.

Il tempio F, è il più piccolo e antico dei tre, risalente al VI secolo a.C. Purtroppo da questa costruzione furono utilizzati numerosi blocchi per altre costruzioni in epoca moderna.

Il tempio G, dedicato ad Apollo, è il più grande di Selinunte ed opera di maestosità rara per il mondo greco: lungo 110 metri e largo 50, la sua costruzione venne iniziata nel VI secolo a.C. ma non venne mai completata. Oggi si presenta come un ammasso di rovine, tra cui spicca una colonna parzialmente restaurata nel 1832.



E’ stata una bella gita, abbiamo vissuto un’esperienza molto bella che ci ha molto affascinati: il Parco archeologico è molto interessante e ben curato, e racchiude in sé millenni di storia.

Per approfondire: https://it.wikipedia.org/wiki/Selinunte

Maria Teresa Lo Meo, II AU

 

Lascia qui un tuo commento!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: