2017-18 numero 2 

Herpes presenta: Il piccolo principe

Come sarebbero recensiti i libri che hanno fatto la storia della letteratura se fossero letti con un po’ di ironia in più del normale?

[Direttamente tratto dai monologhi di Virginia Raffaele]

 

Oggi vi parliamo de Il piccolo principe: un capolavoro della letteratura, un gioiello di poesia, un libro fondamentale, dicono gli analfabeti.

Il piccolo principe è la storia di un piccolo principe, e già qui si capisce il nauseante mondo di banalità in cui ci stiamo addentrando.

La trama è presto detta: un principino con la puzza sotto il naso vaga da un pianeta all’altro in un’educazione sentimentale che puzza di retorica quanto la recita di mia sorella lo scorso Natale.
Come se non bastasse la migliore amica del piccolo saputello è una rosa che lui coltiva sul suo pianeta e con la quale lui parla.
Insomma, il piccolo coltivatore di rose manifesta tendenze di un certo tipo.

A leggere il concentrato di retorica e di banalità, pensereste a Fabio Volo, e invece l’autore si chiama Antoine de Saint-Exupéry: il nome più fastidiosamente francese che sia mai stato immaginato; ed eviterò di fare ironia sugli scrittori francesi. Qui sotto una foto dell’autore, da cui rivalutiamo le teorie di Lombroso, che a differenza sua, non era un cretino.

Risultati immagini per antoine de saint-exupéry Guardate lo scribacchino francese: un incrocio tra Mr. Bean sotto Trattamento Sanitario Obbligatorio e un maniaco sessuale con la perversione per le Over 70.

Una delle frasi simbolo del libro è la seguente: “I grandi non capiscono niente da soli, ed è faticoso per i bambini, star sempre lì a dargli delle spiegazioni”. Un concentrato di presunzione di un moccioso,  cui non farebbe male cucire due o tre palloni in Afghanistan invece di vagare per i pianeti spendendo soldi di mamma e papà.

Ultima perla universalmente riconosciuta è: “l’essenziale è invisibile agli occhi”.
Giusto, ma la m***a si vede benissimo.

La redazione di Herpes vi ringrazia e vi saluta,
buona lettura!

 

Lascia qui un tuo commento!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: