2017-18 numero 2 

Noi siamo lo Scaduto!

“Noi siamo lo Scaduto!” si concludono così le giornate dedicate alla terza edizione del “Festival della declamazione e delle forme spettacolari del tardo antico”, tenutosi dal 3 al 5 maggio 2018, che, anche quest’anno, ha avuto come protagonisti i ragazzi. Tantissimi i partecipanti, provenienti da ben dieci licei d’Italia.

Questa edizione ha avuto luogo a Salerno, città in cui si è svolto anche un convegno sul tema, rivolto a studenti ed insegnanti, a cui ha preso parte un notevole numero di universitari, mentre le rappresentazioni si sono tenute nello splendido parco archeologico di Paestum.
Il nostro liceo si è così trovato per la terza volta a partecipare al concorso, con il gruppo teatrale che, formato da ragazzi di diversa età, è riuscito a dare vita a una splendida rappresentazione.
Il gruppo teatrale è andato in scena l’ultima giornata con “Parole alate diceva… il retore” un’opera che, attraverso la drammatizzazione dell’orazione di Coricio di Gaza “Rethor”  ha voluto lanciare, in maniera sublime, un messaggio di pace contro la guerra: “Le parole vincono sulle armi”, aggiudicandosi anche il primo posto!

L’entusiasmo dei ragazzi del gruppo teatrale, ma anche di tutti i nostri compagni del liceo, presenti in loco grazie all’idea di utilizzare Paestum come meta del viaggio d’istruzione, all’annuncio della vittoria, è esploso in una grandissima manifestazione di gioia collettiva in cui tutti hanno gridato in coro: “Noi siamo lo Scaduto!”.

Una vittoria meritata e sicuramente guadagnata. Non sono tuttavia mancati i problemi; abbiamo provato fino all’ultimo per portare in scena qualcosa di speciale e significativo e i problemi si nascondevano sempre dietro l’angolo, creando una leggera tensione e ansia che si è affievolita soltanto nel momento in cui siamo saliti sul palco, con il pieno appoggio del regista, Rinaldo Clementi che, durante tutta la rappresentazione è rimasto in piedi, pronto ad intervenire in caso di problemi e che ha rassicurato e incoraggiato tutti, soprattutto quelli che recitavano per la prima volta.

“Non dimenticheremo mai questa bellissima esperienza ma soprattutto gli insegnamenti appresi durante un percorso tortuoso, ma ricco di soddisfazioni”.

Un ringraziamento speciale va alle prof. sse Paredes, Puleo e Piampiano e a Rinaldo Clementi che, con grande pazienza e dedizione, hanno lavorato a questo progetto, rendendo a volte possibile l’impossibile. Anche davanti le difficoltà più strane sono riusciti a dare prova della loro bravura ed estrema pazienza. L’organizzazione della rappresentazione non è stata facile, ma grazie alla collaborazione di tutti siamo riusciti a salire sul palco a testa alta.
Un ringraziamento va anche alla scuola e alla preside Muscato. E infine un ringraziamento a tutti i ragazzi del gruppo teatrale che hanno partecipato e anche a  quelli che, per alcune problematiche, non hanno potuto assistere al festival e parteciparvi.

Simona Alioto, III B

 

Lascia qui un tuo commento!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: