Io leggo perché… food for thought!

Visite:
66

#IOLEGGOPERCHÉ2018: il Liceo Ginnasio di Stato “Francesco Scaduto” di Bagheria ha dato voce al Contest di lettura più importante a livello nazionale.

“Hello!” – “Salut!” – “¡Hola!” – “مرحبا (marhabaan)” – “Bună!” -“你好 (Nǐ hǎo)” – “Привет (Privet)” – “Ave!” – “Χαίρε (Chaíre)” – “Ciao!” – “Assabinidica”.

food for thought! Questo è il motto che ha accompagnato le classi IA e IIA del Liceo Linguistico e tre ragazze del Liceo Classico, mercoledì 24 ottobre 2018, presso la libreria “Interno95” per partecipare al progetto “The Tower of Babel”, promosso dal Contest #IOLEGGOPERCHÉ.

All’esterno della libreria, un gruppo di ragazzi si è cimentato nella lettura in lingua e nel canto di brani e canzoni inerenti alle tematiche trattate.
Gli studenti si sono esibiti in: Inglese, Pidgin English, Francese, Spagnolo, Arabo, Rumeno, Cinese, Russo, Latino e Greco Antico, il nostro Italiano e, perfino, Siciliano!
Una studentessa, che recitava il ruolo di presentatrice, ha inizialmente precisato che cosa significa essere studenti del Liceo Linguistico e il motivo per il quale si intraprende questo percorso di studio. Detto ciò, si è dato subito il via alle letture!

È stata la lingua rumena ad aprire questa giornata di lettura, con una poesia scritta dal poeta M. Eminescu e con il prologo del romanzo “Învață să visezi” di S. E. Phillips.
A seguire, una ragazza ha cantato una canzone in Pidgin English, che è una variante dell’Inglese davvero particolare, per non parlare della lettura in Arabo, che è una lingua difficile quanto interessante, del romanzo della scrittrice Ahlam Mosteghanemi dal titolo “Zakirat el-Jassad”.

Uno studente ha letto la poesia siciliana “Lingua e Dialettu”, composta da un poeta della nostra terra, Ignazio Buttitta, seguito dall’interpretazione della parola cinese “Shū Shū”!
È stata, poi, la volta del Francese con la lettura del primo capitolo del famosissimo libro “Il Piccolo Principe” di Antoine de Saint-Exupéry.
Oltre al canto in Pidgin English, non potevano certo mancare, al suono di una chitarra, le canzoni in Inglese “Let Her Go” dei Passenger e “Halo” di Beyoncé, con il seguente motto: “English is the language of music!”

Quattro ragazze si sono poi cimentate nella lettura delle lingue antiche. Per il Greco Antico, ricordiamo l’ “Ode della Gelosia” di Saffo; per il Latino versi di un’opera di Seneca e la recitazione delle preghiere “Ave Maria” e “Pater Noster”.

Due alunne hanno interpretato una poesia d’amore dell’altrettanto celebre Pablo Neruda, in lingua spagnola. Procedendo con la lingua italiana, una compagna ha letto l’introduzione (a mio avviso, molto importante per la tematica di cui tratta) di uno dei romanzi più importanti della letteratura italiana, quale “Se una notte d’inverno un viaggiatore” di Italo Calvino.

Infine una ragazza ha poi letto e recitato la poesia russa “зелёная причёска” (zelonaya prichoska) dell’autore Sergej Esénin.

Ovviamente non sono certo mancati momenti dedicati allo svago con mimi, musica e canti. Un ringraziamento particolare va ai nostri bravi registi, che hanno diretto con entusiasmo e maestria la giornata che si è felicemente conclusa con la donazione di trentaquattro libri per la nostra biblioteca scolastica.

Grazie a tutti!!

E questo è il video che documenta l’evento

Antonio Brugognone, I AL

 

Lascia qui un tuo commento!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: