2019-20 

Al voto! Cronaca dell’assemblea di presentazione delle liste

La mattina di lunedì 21 ottobre 2019, nella cavea del Liceo Francesco Scaduto, in vista delle elezioni per il rinnovamento dei rappresentanti d’istituto e quest’anno anche di consulta (che si eleggono ogni due anni) si è tenuta un’assemblea in cui le due liste hanno presentato alla popolazione scolastica idee e progetti che hanno intenzione di potare avanti.

I primi a prendere la parola sono stati i candidati alla consulta della lista 1, ovvero: Federico Giangrasso, Riccardo Padovano, Giuseppe Scaduto e Sabrina Mazzola; questi hanno inizialmente fatto presente l’importanza che la consulta può avere all’interno dell’istituzione scolastica, in quanto unico mezzo di comunicazione diretto con le istituzioni che potrebbero darci una mano nella risoluzione dei problemi, dai più piccoli ai più grandi.

Ad aprire gli interventi della lista uno è stato Francesco Bruno, che ha presentato il progetto della lista, gli obbiettivi che si pone e i candidati.

Da questi interventi trapelava una forte volontà di cambiamento e un’altrettanta forte fiducia nell’unità come il motto stesso della lista recita: “unirci è un progresso, lavorare insieme un successo”.

Terminati gli interventi dei sopracitati candidati hanno preso la parola gli aspiranti rappresenti di istituto: Claudio Maggiore, Lilia Parisi, Gioacchino Sciortino, Roberta Balistreri, Maria Giovanna Carbone, Matteo Mancuso e Simone Clemente.

Questi ultimi nei loro interventi hanno mostrato un forte attaccamento emotivo alla scuola e una forte motivazione, esponendo anche le loro emozioni e raccontando le loro esperienze all’interno della scuola. Hanno inoltre presentato i punti che si sono promessi di portare avanti, ovvero: distribuzione di materiale scolastico gratuito messo a disposizione presso aree appositamente create; istituzione di una commissione viaggi tra docenti alunni e genitori per discutere nuove mete; creazione di olimpiadi fra scuole; raccolta fondi da destinare alla scuola tramite il merchandising di t-shirt; creazione dello “Scaduto’s got talent”, ovvero un’attività che permetta ai talenti del liceo di mettersi in gioco.

Tutti i punti sono realizzabili senza un dispendio eccessivo di risorse economiche, ma ciò nonostante si rivelano molto utili e interessanti per tutta la comunità scolastica.

Esauriti gli interventi dei ragazzi della lista uno, i ragazzi della seconda lista hanno esposto le loro tesi, partendo dai candidati per la consulta provinciale: Francesca Genova e Sofia Richiusa, anche loro hanno aperto le argomentazioni ribadendo seppur in modo diverso l’importanza della consulta, infatti hanno fatto presente la responsabilità che un rappresentante si assume; altro tema molto importante che è stato trattato è quella del voto, ovvero della responsabilità che ognuno di noi ha nel momento in cui si reca alle urne, proprio perciò si dovrebbe abbandonare ogni sorta di “psicocanone” e votare con la testa.

Dopo di ciò hanno preso la parola i candidati alla rappresentanza di istituto, ovvero: Giuseppe Puleo, Caterina Lo Buglio, Salvatore Mancuso, Laura Seidita, Danilo Gargano, Giuseppe Storniolo e Biagio Di Paola.

Nei loro interventi hanno fatto presente il dilagante problema del degrado strutturale, che ormai da anni affligge la nostra scuola, ma in particolare hanno fatto presente l’importanza dei concetti di lungimiranza e progettazione, tenendo presente il non indifferente contributo che il coordinamento studentesco potrebbe dare. Altro importantissimo tema al quale si sono approcciati è quello del confronto, parlando del confronto digitale che ormai spesso si sostituisce a quello personale, senza il quale non si può giungere ad un lavoro sinergico proteso verso un vero e proprio cambiamento. Si è parlato anche del concetto di unione, rifacendosi al motto che loro hanno sposato: “Se non c’è unione non c’è confronto”.

Si è anche parlato dei punti proposti dalla lista, che oltre a quello che riguarda il coordinamento studentesco sono: ricreazione della sala studio (oggi adibita a classe a causa delle gravi carenze strutturali); rivalutazione del giornale d’istituto; creazione di una bacheca fotografica.

 

Con l’auspicio che tutte le promesse fatte possano realmente essere mantenute e che tutto quello che è stato detto non siano parole al vento, vi auguro buon voto e… ad maiora, semper!!

 

 

Antonio Maggiore, III E

 

Lascia qui un tuo commento!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: