2018-19 2019-20 

LA CASA DEI BAMBINI-SCUOLA ALTERNANZA-LAVORO

Quest’anno [riferito all’a.s. scorso, 2018-19] anche l’indirizzo scienze umane, con le seguenti classi: III AU, III BU, III CU, ha attivito alcuni progetti di alternanza scuola-lavoro, lavorando con i bambini, nelle diverse scuole  primarie di Bagheria.
Io faccio parte della classe III AU e ho seguito il mio percorso di alternanza presso l’istituto Comprensivo “Tommaso Aiello” di Bagheria. E precisamente nel Plesso, “Don Giuseppe Puglisi” di Contrada Monaco.

Il tutor interno è stato il prof. Salvatore Fricano e il tutor esterno (o aziendale) è stata la maestra Gaetana Faraci.

Noi alunni siamo stati suddivisi in cinque gruppi, con la supervisione del tutor interno. In questo modo avevamo la possibilità di conoscere tutti i bambini, dall’età di sei anni fino ai dieci anni. I gruppi erano i seguenti:

  • 1° Gruppo: Buglisi Riccardo, Gargano Chiara, Lanza Angela, Napoli Emanuela, Tirrito Francesca
  • 2° Gruppo: Lo Meo Maria Teresa, Provino Noemi, Puleo Aurora, Rizzo Luca, Storniolo Valentina
  • 3° Gruppo: Accomando Rossana, Castronovo Chiara, Gargano Danilo, Gumina Sofia, Rini Sabrina
  • 4° Gruppo: Giglio Alessandra, Ingenio Rosalba, Leone Gaetano, Tripoli Stefania, Varisco Floriana
  • 5° Gruppo: Leone Rossella, Lo Iacono Andrea, Pecoraro Samuele, Puleo Alessia, Sorci Miriam,Vespasiano Laura.

 

Il primo impatto!

Il primo giorno eravamo molto emozionati perché non sapevamo come comportarci e come gestire i bambini. Nella prima mattinata abbiamo fatto uno spettacolo teatrale sui colori dell’arcobaleno. All’inizio eravamo come sbandati, però poi piano piano ci siamo sciolti e abbiamo interagito con loro. Dopo lo spettacolo teatrale siamo stati assegnati ad una classe che, di volta in volta, poteva essere sia una prima, una seconda, una terza, una quarta o addirittura una quinta! Appena siamo entrati nelle classi, i bambini ci guardavano e si domandavano “perché questi ragazzi sono qui”? Subito con i bambini abbiamo interagito, non è stato abbastanza facile ma ce l’abbiamo fatto, perché abbiamo capito piano piano ciò che dovevamo fare. In questi incontri, dovevamo osservare il lavoro delle maestre e aiutare i bambini e dalle diverse osservazioni abbiamo capito diverse cose, ad esempio come interagire con i bambini, o anche come insegnare e usare un linguaggio abbastanza facile.

In ogni classe c’erano dei bambini diversamente abili. Non era per niente facile stare con loro, ma ho capito come ci si doveva comportare e subito ho iniziato ad aiutarli, anche se con un po’ di difficoltà. Però il bambino riusciva a raggiungere gli obbiettivi grazie anche all’insegnante di sostegno.

Il giorno del commiato

Per l’ultimo incontro abbiamo voluto preparare, con l’approvazione del tutor interno, il prof. Fricano e il tutor aziendale, la maestra Faraci,  una microlezione ai bambini, e qui ci siamo messi in gioco noi! Ogni gruppo ha preparato una lezione distinta, in base al livello, da presentare nelle diverse classi. Non è stato molto facile perché non sapevamo cosa fare. Ragionandoci un po’ ci è venuto fuori qualcosa di veramente bello. I bambini sono stati entusiasti e pure noi. Vederli così coinvolti, pronti a farci delle domande ci faceva piacere. Abbiamo capito che erano molto interessati a ciò che noi avevamo preparato.

Le nostre emozioni

Questa esperienza, mi ha fatto davvero ritornare nel passato e ho rivisto me alla loro età.

È stato un’ esperienza fantastica, ci siamo divertiti tantissimo e abbiamo imparato nuove cose, soprattutto in vista della nostra preparazione complessiva, determinata dall’indirizzo di studio che abbiamo scelto, quello delle scienze umane.

Quando uscivamo dalla scuola eravamo un po’ stanchi, ma nello stesso tempo, anche felici perché ci hanno fatto passare quei cinque ore e mezzo bellissimi. Il bello che quando ci vedevano venivano subito incontro a abbracciarci, e là eravamo molti felici perché loro si sono molto affezionati a noi, come noi a loro. Non pensavo mai e poi mai che da grande voler fare questo lavoro, ma facendo quest’attività ho capito di inserire nei miei progetti futuri anche l’insegnamento.

Maria Teresa Lo Meo, III AU (a.s. 2018-19)

 

Lascia qui un tuo commento!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: