2021-22 numero 2 Senza categoria 

“Mattarella è bis al quirinale, rimandati i traslochi”

In questi ultimi giorni si è tanto sentito parlare delle elezioni da parte dei grandi elettori del Presidente della Repubblica Italiana, che in seguito è stato riconfermato Sergio Mattarella. Ma cosa sanno effettivamente i cittadini e gli adolescenti italiani di lui e perché è così importante per il nostro paese? Innanzitutto occorre sapere che il Presidente della Repubblica è il Capo dello Stato e rappresenta la nostra nazione; che è colui che garantisce l’applicazione della Costituzione; e che attorno a lui girano i tre poteri dello Stato: legislativo, esecutivo e giudiziario. Sergio Mattarella è nato a Palermo il 23 luglio 1941. Laureatosi in giurisprudenza, ha ricoperto molte cariche prestigiose. Nel 1980 la morte del fratello Piersanti per mano di Cosa Nostra ha radicalizzato in lui il desiderio di impegno civile e politico, al servizio delle istituzioni statali: e questa sua dedizione è uno dei motivi per cui gli Italiani hanno riposto in lui sempre più fiducia ed ammirazione. Specialmente da quando, nel 2015, ha dato per la prima volta la propria disponibilità a farsi eleggere come Presidente della Repubblica. Quest’anno l’elezione del nuovo inquilino del Quirinale si è prolungata per molti giorni: i parlamentari sono stati duramente accusati di dare poca importanza ai bisogni del Paese e di non riuscire a trovare un accordo comune per eleggere una figura di alto profilo, capace di unire davvero l’Italia sotto un’unica bandiera. Specialmente all’ottavo ed ultimo scrutinio si è sfiorata l’elezione di una donna, cosa che peraltro nella nostra storia non è ancora mai successa: e ciò nonostante l’ampia mobilitazione della P.U.D., la piattaforma Proporzione Uomo Donna, che tra l’altro dal 1992 si impegna, con scarso successo, a sollecitare l’elettorato a votare più donne nel parlamento. Tutti gli italiani, soprattutto quelli della nostra generazione, sono rimasti sorpresi dal fatto che dopo sette giorni di votazioni è stato nuovamente nominato Presidente della Repubblica Mattarella, sebbene avesse espresso la volontà di non farsi rieleggere, iniziando addirittura i traslochi dal Quirinale. Questa sorprendente riconferma è probabilmente una conseguenza dello stato di confusione in cui si trova l’Italia delle grandi istituzioni politiche, ponendo l’accento sui passi incerti con i quali sembra muoversi oggi il nostro massimo organo legislativo (tuttavia anche a causa, bisogna ammetterlo, della situazione pandemica attuale). Malgrado i giovani si interessino poco alla politica, la rielezione di Sergio Mattarella è stata molto seguito da essi, grazie anche all’attenzione mediatica che ha circondato l’evento. Non a caso, nel web e nei giornali sono spopolate vignette e meme che ritraevano ironicamente il Presidente e la situazione venutasi a creare.

Maria Teresa Aiello

Lascia un commento.