2021-22 Info Magazine numero 3 Senza categoria 

La vanità della forza

Martedì 03 Maggio, al cinema Capitol di Bagheria, una delegazione del nostro Liceo ha dialogato con Agnese Moro. socio-psicologa, giornalista e figlia di Aldo Moro.

  • Aldo Moro è stato giurista, Presidente del Consiglio negli anni compresi tra il 1963 e il 1976, rapito dalle “Brigate Rosse” e ucciso dopo 55 giorni di prigionia –

Agnese Moro, parlando del padre, della sua attività umana e dello spessore politico che lo ha contraddistinto, ha lasciato in noi una straordinaria testimonianza di una vita vissuta con pienezza e senza ritrosie, nonostante tutto. Ha inoltre raccontato i momenti vissuti insieme a coloro i quali sono stati, direttamente e indirettamente, coinvolti in prima persona nel “caso Moro” affermando che: “Toccare il dolore dell’altro e lasciare che il tuo dolore venga toccato rende un fatto umano un avvenimento irrimediabile come quello che ho vissuto. Rompere quella goccia d’ambra, senza l’incontro con loro, non è possibile. Riuscirò ad incontrare il volto dell’altro? Riusciranno loro ad accettarmi? Sono domande che mi sono rimaste dentro – afferma Agnese – fino al momento dell’incontro vero e proprio. Avevo il timore di non essere ascoltata, invece l’altro ti sta aspettando, perché l’altro ha bisogno di te come tu hai bisogno di lui. In quel momento ritorni ad essere te stesso, c’è qualcosa a cui avevi rinunciato nella tua scelta scellerata della lotta armata e incontrare le vittime è stato come rincontrare quella parte così essenziale di te. Tutte le motivazioni che ci eravamo dati si erano sgretolate in un attimo. Loro sono riusciti ad ascoltare delle parole fortissime, che io stessa faticavo ad ascoltare da me e dagli altri”. 

Presente era anche il prof. Giuseppe Di Chiara, docente ordinario di Diritto Processuale Penale e di Sistema Penale e tutela della vulnerabilità presso l’Ateneo di Palermo.
Nella sua testimonianza – conferma il prof. Di Chiara – Agnese Moro ha spiegato la scelta di compiere un percorso di giustizia riparativa attraverso l’incontro ed il dialogo personale con i responsabili della lotta armata in Italia e, specificamente, delle Brigate Rosse.

A moderare la conversazione è stata la nostra prof.ssa Di Chiara, docente di storia e filosofia e referente Legalità del nostro Liceo. Anche lei, sottolineando l’importanza della conoscenza storica, ha ricordato Aldo Moro.

L’iniziativa è stata organizzata nell’ambito del programma delle attività previste per la Notte Nazionale del Liceo Classico”.

G.C.

Lascia un commento.