La comunità scolastica del Liceo Ginnasio Francesco Scaduto esprime solidarietà al proprio docente per la aggressione subita ieri mattina in via Dante da parte di uno sconosciuto.

Siamo sgomenti e preoccupati dalla deriva educativa e dal degrado sociale che investono in pieno il nostro Paese e che ci spingono a riflettere sulle responsabilità che ognuno di noi ha all’interno di una comunità. La Scuola si sforza di educare i giovani all’empatia, alla consapevole gestione delle proprie emozioni, al rispetto della diversità e della fragilità. Ci impegniamo, con tutte le nostre forze, per formare persone che siano capaci di adottare comportamenti equilibrati e di costruire relazioni positive ma spesso siamo soli e il nostro lavoro viene vanificato dall’assenza delle altre agenzie educative e dal conseguente vuoto culturale che divora le menti dei nostri ragazzi. C’è in atto un temibile processo di delega e di deresponsabilizzazione che sta creando uomini e donne incapaci di sentire la sofferenza degli altri, personalità violente ed egocentriche, avvezze a comportamenti socialmente inaccettabili. Ognuno di noi affermi il proprio ruolo educativo, corra il rischio di dire “no” , si impegni ad educare i giovani a gestire le proprie emozioni di fronte al fallimento o ad un diniego e si guardi alla Scuola come al miglior alleato che si possa avere per far crescere figli emotivamente, culturalmente e socialmente sani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *