Come disse una volta Milos Forman:

“Scendo dal taxi e probabilmente è l’unica città che in realtà sembra migliore che sulle cartoline”.

New York, infatti, possiede molti edifici degni di nota, progettati in tempi che vanno dal 1656, data a cui risale la più antica parte della città, fino al moderno One World Trade Center. Oggi ci concentreremo su alcuni dei luoghi più belli e suggestivi che ho visitato durante il mio soggiorno alla “Grande Mela”. Let’s go!

Che tu voglia fare un po’ di jogging, sentire la musica steso sul prato, dipingere o semplicemente rilassarti, Central Park è il posto giusto. Collocato nella Uptown, pieno di laghi artificiali e piste ciclabili, Central Park è senza dubbio uno dei luoghi più conosciuti al mondo, grazie anche alle sue apparizioni nei film. È il parco privilegiato dai newyorkesi ed immancabile meta per i turisti da tutto il mondo.

Vuoi ammirare New York da un’altra “prospettiva”? Allora recati al numero 30 di Hudson Yard, sali i suoi 103 piani e goditi il panorama newyorkese in tutto il suo splendore. L’edificio, chiamato The Edge, è il terzo grattacielo più alto di New York e uno dei pochi ad avere un pavimento interamente fatto di vetro, così da potersi rendere conto dell’altezza a cui ci si trova.

GO YANKEES, GO! Cosa?! Non sai chi sono gli Yankees?!? Beh, fino a poco tempo fa non lo sapevo neanche io, finché non ho avuto l’occasione di assistere alla mia prima partita di baseball, allo “Yankees Stadium”. Situato nel Bronx, alla 161 esima strada, a prima vista non sembra affatto il classico stadio sportivo, probabilmente per la sua imponenza e la sua maestosità; basti pensare che il suo impianto è tra più costosi al mondo (circa 2 miliardi di dollari).

Se anche tu sei un’amante dell’arte moderna come me, allora sicuramente vorrai visitare il Moma, acronimo di Museum of Modern Art. Da Van Gogh fino ad Andy Warhol, il museo offre una grandissima quantità di opere, come la “Notte Stellata“, “Lattina di zuppa Campbell’s“, “La persistenza della memoria“, alcune di esse anche originali. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *