<>…è questo lo spirito che ci ha accompagnati per tutta la XXX Sessione
Nazionale del MEP, svoltasi nella nostra Palermo.
Virginia Buttitta, Elena Carzan ed Emanuele Sorci della IVD; Alessia La Susa della IVAL; Stefano Sais
della IVEU…amici, compagni, studenti, parte di questa grande COMUNITA’ SCOLASTICA che, in
questi mesi, ci ha sostenuto, incoraggiato, condiviso le nostre scelte e creduto nelle finalità
formative del progetto.
Oggi, ripensando alle diverse tappe del nostro percorso, alla scolastica prima, alla regionale poi ed
infine, ma non ultima, alla nazionale, non possiamo che constatare quanto fondamentali e fattori
trainanti siano stati il dialogo ed il confronto e quanto la competizione sia sempre stata improntata
da correttezza.
Parlarvi della nostra esperienza alla XXX Sessione Nazionale è parlarvi di emozioni forti, vere,
vissute; di acquisizioni maturate sul versante umano; di discernimento su scelte che potrebbero
orientare il nostro percorso di studi dopo il Liceo.
Non vi nascondiamo quanto l’idea di confrontarci con studenti di altre scuole, ben 43 scuole del
territorio nazionale, all’inizio ci intimorisse. I timori nascevano, probabilmente, dalla non
conoscenza dell’“altro”, dalla poca fiducia che, spesso, riponiamo nelle nostre capacità e che
determina, il più delle volte, la nostra fragilità, e dalle aspettative risposte su di noi, aspettative che
non avremmo voluto in alcun modo disattendere.
Ma a piccoli passi ci siamo fatti spazio fra i migliori studenti d’Italia che hanno partecipato al MEP,
con determinazione e tanta voglia di fare.
Tre di noi – Elena, Emanuele e Virginia – abbiamo superato, difatti, le selezioni nazionali passando,
rispettivamente, alla sessione internazionale di Tallin in Estonia ed alla sessione WeMEP di Lier in
Belgio.
Ed è attraverso gli splendidi scenari di una Palermo dai tanti volti e dai tanti colori; tra i suoi vicoli
dagli odori e dai sapori inconfondibili; tra le gradinate di un imponente Teatro Massimo da una
parte, e la geometria dei Quattro Canti dall’altra, che si è inaugurata la XXX Sessione Nazionale del
MEP, attraverso un’attività di Team Building volta alla reciproca conoscenza, sia all’interno di
ciascun gruppo di studenti suddivisi per commissioni, sia tra i diversi gruppi.

Sin dal giorno successivo siamo entrati nel vivo delle attività. Sì, perché partecipare al MEP
comporta simulare le attività proprie del Parlamento Europeo; comporta rivestire il ruolo di
deputati europarlamentari; organizzare le sessioni di lavoro suddivisi in commissioni; confrontarci
su tematiche quali l’ambiente, la sanità pubblica, il commercio internazionale, la parità dei diritti
per le persone con disabilità, i diritti della donna e l’uguaglianza di genere, il contrasto alla

criminalità organizzata; ponderare le nostre scelte in relazione ad esse per poi giungere ai lavori
conclusivi dell’Assemblea Plenaria, in cui vengono illustrate, discusse e votate le risoluzioni delle
commissioni.
L’aver svolto i lavori dell’Assemblea Plenaria presso la sala gialla “Piersanti Mattarella” di Palazzo
dei Normanni, sede dell’Assemblea regionale Siciliana ed in cui si riunisce il più antico Parlamento
d’Europa, non può che aver costituito l’ambientazione più appropriata a conclusione del percorso.
Aver vissuto l’esperienza del MEP nelle sue diverse fasi ha significato, per noi, tanto l’esserci
avvicinati, in modo più consapevole e responsabile, ad un contesto, quello politico, spesso ritenuto
distante, quanto l’aver accresciuto in noi il senso di appartenenza ad una COMUNITA’ più vasta,
quella EUROPEA, al contempo valorizzando la nostra IDENTITA’ NAZIONALE.
L’Europa non è un’idea astratta, è realtà, una realtà che ci appartiene ed è nostro dovere
migliorarla: noi abbiamo provato a farlo, adesso tocca a voi!

E’ doveroso rivolgere i nostri ringraziamenti a quanti, in modo diverso, hanno contribuito alla
riuscita del progetto: la Dirigente Scolastica, prof.ssa Carmela Tripoli, la cui presenza ha dato
ulteriore significato al percorso; il DSGA, dott. Balotta Antonio, che ha coordinato egregiamente
l’organizzazione delle attività, dimostrando, ancora una volta, quanto l’ACCOGLIENZA sia costitutiva
della nostra scuola; i nostri compagni chair che ci hanno guidato anche in virtù della loro trascorsa
esperienza da ex-delegati; la referente del MEP Sicilia, Giulia Cirrincione e tutti i membri dello staff,
molti dei quali ex studenti del nostro Liceo, per il loro contributo; le prof.sse Katrina Tripoli e
Marcella Arena che, oltre ad essere state le nostre prime sostenitrici, ci hanno indirizzato durante
questo percorso.
And last but not least…un ringraziamento sincero alla nostra prof.ssa Francesca Sanfilippo, anima e
cuore pulsante del MEP, che a quei tanti tasselli che lo compongono ha dato ordine ed armonia.
Da questo momento in poi avremo l’onore di essere “dall’altra parte”, facendo da chair ai prossimi
delegati, tra i quali potreste esserci anche voi e rendere così la vostra esperienza speciale ed
importante tanto quanto lo è stata per noi.
Vi aspettiamo alle scolastiche, pronti ad aiutarvi e sostenervi in ogni passo che farete.
I vostri delegati della sessione nazionale e futuri chair.

Virginia Buttitta, Elena Carzan ed Emanuele Sorci della IVD; Alessia La Susa della IVAL; Stefano Sais
della IVEU

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *