Arriva come un fulmine a ciel sereno la notizia dell’approdo di Lewis Hamilton alla Scuderia Ferrari a partire dal 2025, al posto dello spagnolo Carlos Sainz Jr. 

Il pilota inglese ha deciso di terminare la sua avventura in Mercedes, cedendo al corteggiamento della Rossa: le voci che lo avvicinavano al Cavallino Rampante erano in circolo da anni, ma solo in questi mesi la trattativa si è intensificata e concretizzata.

Il più vincente nella storia della Formula 1 si presenta alla Ferrari con 103 vittorie, 104 pole position, 197 podi, 65 giri veloci e 332 gran premi disputati; per un totale di sette titoli mondiali iridati, gli stessi di un’altra leggenda Rossa: Michael Schumacher.

Vinse il primo campionato con la McLaren nel 2008 dopo un’eterna sfida col ferrarista Felipe Massa, gli altri sei alla Mercedes (2014, 2015, 2017, 2018, 2019, 2020).

Una delle operazioni di marketing più importanti degli ultimi dieci anni, che porterà al team di Maranello una delle coppie di piloti più forti della storia e soprattutto più complicate da gestire per il team principal Frédéric Vasseur: Charles Leclerc-Lewis Hamilton. 

Il trentanovenne a caccia dell’ottavo titolo mondiale, fortemente voluto da John Elkann, ha firmato un contratto pluriennale con uno stipendio che si aggira tra i 50 e i 60 milioni all’anno, realizzando così il suo sogno o meglio quello di tutti i grandi campioni di questo sport: correre con la tuta rossa nella mitica macchina rossa. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *